martedì 31 marzo 2015

COMUNICAZIONE IMPORTANTE

QUESTA SERA
Martedì 31 marzo 2015, alle 21.00 a Cona (Circolo Arci)
BUON LAVORO A TUTTI
CONVOCAZIONE ASSEMBLEA RESPPONSABILI E/0 CAPITANI DELLE SQUADRE DEL CAMPIONATO BOCCETTE UISP FERRARA SI RACCOMANDA LA PARTECIPAZIONE DI TUTTI, SOPRATTUTTO PER DISCUTERE E VOTARE SU DUE ARGOMENTI PRIORITARI: NORME E REGOLAMENTI TECNICI
ELEZIONI DEL NUOVO COORDINAMENTO DI LEGA BILIARDO UISP FERRARA

Per quanto riguarda l’elezione del nuovo Coordinamento, sono giunte le adesioni dei candidati; ricordiamo che ogni rappresentante (un delegato in sua assenza) potrà esprimere il proprio voto verso un massimo di 3 nominativi, candidati che sono (strettamente in ordine alfabetico):
1. Barbieri Vittorio
2. Bonaccorsi Enzo
3. Bottoni Maurizio
4. Bovi Golfiero
5. Ferraresi Marco (detto Marino)
6. Franceschini Maurizio
7. Frati Davide
8. Gardellini Calisto (detto Meo)
9. Gentili Fabio
10. Mantovani Robertino
11. Mazzoni Marco
12. Paganini Francesco
13. Pocaterra Lino
14. Sarti Alessio
15. Testoni Giovanni
Innoltre, ricordiamo alcuni punti che dovranno essere votati dall’Assemblea per l’organizzazione della nuova Lega Biliardo, prima dell’elezione dei componenti di tale Coordinamento (il cui insediamento sarà ufficiale e deciderà se eleggere subito al suo interno le varie cariche):
Responsabile di Lega
Responsabile dei Campionati a Squadre
Responsabile Iscrizione alle Gare
Responsabile dei Sorteggi
Responsabile dei Punteggi Gare Campionato
Responsabile Arbitri e Direttore di Gara
Rammentiamo infine, che ogni Squadra dovrà nominare un proprio rappresentante per la formazione della Commissione Disciplinare che verrà composta ogni qualvolta necessita.
fonte: Bollettino Uisp n. 24 del 23 marzo 2015

CAMPIONATO NAZIONALE 2015

Castelfranco Emilia, 25 aprile 2015
CAMPIONATO NAZIONALE OVER 55
CAMPIONATO INDIVIDUALE (UNDER 21)
CAMPIONATO FEMMINILE

lunedì 30 marzo 2015

UISP - FIBIS: GARA INDIVIDUALE

all'italiana
Castelfranco Emilia, 6 aprile 2015
Iscrizione tramite i comitati provinciali. Obbligatoria la divisa.

CAMPIONATO ITALIANO 5 GIOCATORI

Trofeo del 60°
Castelfranco (Modena), 11 - 12 aprile 2015
SERIE A
SERIE B
Le iscrizioni si effettuano tramite i comitati territoriali (termine sabato 21 marzo). Batterie eliminatorie da quattro.
Quota: € 120.00 a squadra

CAMPIONATO REGIONALE MASTER (SQUADRE)

Domenica 3 maggio 2015
FASE FINALE A OTTO
Star City Ferrara - Bocciofila Castelfranco
Magic Blu S. Giorgio di Piano - Bocc. Aquila Parma
Big Star Funo di Aergelato - Bocciofila Budrio
Olimpico Modena - Commercio Bazzano

domenica 29 marzo 2015

CAMPIONATO NAZIONALE INDIVIDUALE

San Lazzaro (Bologna), 29 marzo 2015
INDIVIDUALE
MASTER
E' GRANDE ROMAGNA
Partita a senso unico in una finale che pochi avrebbero pronosticato alla vigilia. Vince Nando Arduini (Auserfanano Rimini) dominando o quasi il bolognese Max Basciu (Magic Blu S. Giorgio di Piano) che non ha giocato all'altezza della sua classe. Il romagnolo nel 2013 é stato campione italiano in coppia con Angelini e l'anno scorso ha vinto un Medici-Cerè, sempre in coppia con Walter. Un'accoppiata che lo catapulta meritatamente nell'elite del biliardo.
Di rilievo anche la partecipazione dei ferraresi, due negli otto sono una performance di tutto rilievo. Per Luca é stato una sorta di battesimo, bravissimo e speriamo di rivederlo presto a questi livelli. Sontuoso il gradino più basso del podio e ... confermata la maledizione che tiene Corradini lontano dal titolo. Manca Modena e anche questo fa notizia.
3° classificati: 
Fabio Corradini (Big Star Funo di Argelato) e Giacomo Pacini (Big Star Funo di Argelato)
5° classificati:
Luca Rizzatti (Giada Filo), Michele Fiorini (Arci Tre Cona), Fabrizio Colonna (Marinaio Rimini), Andrea Messori (Olimpico Modena).   
1° CATEGORIA
Alberto Quieti (L'Incontro Riccione) é il nuovo campione italiano di questa categoria, supera in finale Giuliano Clò (Commercio Bazzano) dopo una partita giocata tiratissima. I romagnoli non scorderanno tanto presto questa ultima domenica di marzo.
3° classificati:
Giorgio Teodorini (La Botte Modena) e Roberto Manzini (Lucky Modena).
5° classificati:
Michele Garutti (Star City Ferrara), Davide Foschi (Polisportiva Nonantola), Maurizio Tinti (Equipe Charlo Casalecchio), Massimiliano Morelli (Acli S. Andrea Rimini).
2° CATEGORIA 
C'E' ANCHE BOLOGNA
Lunghissima maratona che ha visto "correre" 384 iscritti.
Vince il bolognese Franco Paciariello (Equipe Charlot Casalecchio) aggiudicandosi il derby con Aldo Caselli (Arci S. Lazzaro Bologna). 
Bronzo per Roberto Baschieri (Modena) e Giacomo Forghieri (Modena).
5° classificati:
Christian Gasparotto (Rimini), Roberto Nora (Modena), Pietro Stagno (Bologna), Marco Govoni (Bologna.
Un bravo a Tiziano Govoni (Centrale Voghiera) e al mio amico Daniele Denti (Nonantola) che hanno vinto il girone.
*     *     *     *     *
Un grazie a Luca Cassoli che ci ha regalato notizie, immagini ed emozioni. Il biliardo vive anche di questo.  

CAMPIONATO ITALIANO INDIVIDUALE:

albo d'oro
1979: Daniele RONCARA' (Bologna),
1980: Luigi LAFFI (Bologna),
1981: Silvano GALASSI (Ancona),
1982: Davide GRANDI (Bologna),
1983: Marco BORGHI (Bologna),
1984: Giacomo MANTOVANI (Milano),
1985: Bikila GRASSI (Bologna),
1986: Renzo STANZANI (Bologna),
1987: Franco CRISTONI (Modena),
1988: Valter BARONCELLI (Firenze),
1989: Oscar CASTAGNETTI (Modena),
1990: Fabrizio NOBILI (Bologna),
1991: Bikila GRASSI (Bologna),
1992: Gianni LUGLI (Modena),
1993: Massimo ROVINETTI  (Modena),
1994: Antonello BETTI (Forli),
1995: Andrea MESSORI (Bologna),
1996: Danilo MAINARDI (Rimini),
1997: Davide GRANDI (Bologna),
1998: Claudio GUALANDI (Bologna),
1999: Danilo MAINARDI (Rimini),
2000: Lamberto VALENTINI (Pesaro),
2001: Glauco CARLONI (Pesaro),
2002: Andrea FRAULINI (Modena),
2003: Luigi FONTANA (Modena),
2004: Danilo PANCIATICI (Genova),
2005: Lorenzo CARDINALI (Modena),
2006: Luca DOLZANI (Bologna),
2007: Massimo TASSARA (Genova),
2008: Massimo CALLEGARI (Bologna),
2009: Giacomo PACINI (Modena),
2010: Andrea MESSORI (Bologna),
2011: Davide ANDREOTTI (Bologna),
2012: Luciano MARCHETTI (Ferrara),
2013: Stefano COPELLI (Bologna),
2014: Stefano COPELLI (Bologna),
2015: Nando ARDUINI (Rimini).
La federazione indicata é quella dove il giocatore militava nell'anno della manifestazione.

venerdì 27 marzo 2015

INTERTOTO SERIE A/1

Venerdì 27 marzo 2015, 3 e 10 aprile 2015
SI PARTE CON QUALCHE SORPRESA ....
girone E
Giada Filo - Star City 1/B: 2 - 1
Centrale Dogato 2/B - Giada Filo:
Centrale Dogato 2/B - Star City 1/B:  
girone F
Centrale Dogato - Asd Villanova: 1 - 2
Asd Villanova - Star City Fusion Due:
Centrale Dogato - Star City Fusion Due:
girone G
Officina 405 Porto Tolle - Star City 1/A: 3 - 0
Officina 405 Porto Tolle - Asd Villanova Due:
Asd Villanova Due - Star City 1/A:
girone H
Star City Fusion - Sole Vigarano Mainarda: 0 - 3
Centrale Due Dogato - Arci Tre Cona: 2 - 1
Star City Fusion - Centrale Due Dogato:
Sole Vigarano Mainarda - Arci Tre Cona:
Star City Fusion - Arci Tre Cona:
Centrale Due Dogato - Sole Vigarano Mainarda:

SERIE A/2: PLAY OFF E FASI FINALI

Le prime due di ogni girone passano direttamente ai quarti di finale, dalle terze alle seste saranno disputati incontri incrociati con andata e ritorno:
classifiche finali regular season
girone monti girone laghi
Arci A/2 Cona  90  Aics Sabbioni 92
Paolo Cento 83  Asd Final di Rero
75
Acli Corporeno 83  Asd Ospital Monacale  73
Sole Due Vigarano M. 78  Giada Tre Filo  73
Star City Quattro Ferrara 75  C.R.C. Copparo 68
Adelante XII Morelli 67  Acli Viconovo  67
Bocciofila San Bartolomeo  66  Portuense Due  63
Aics Due Sabbioni  65  Red Devils Donzella  62
Centrale Casumaro  61  Aics Pontemaodino  57
Italia Mirabello 48  Arci A/4 Cona 54
Bocciofila Bondeno 38  C.S. Il Melo  50
Centrale Due Casumaro 38  Antico Circolo 43
Giada Filo: 6 punti a tavolino per forfait Centro Ramasa
play off
venerdì 27 marzo e venerdì 3 aprile
A - Acli Viconovo - Acli Corporeno: 4 - 2
B - C.R.C. Copparo - Sole Vigarano Mainarda: 3 - 3
C - Star City Quattro . Giada Tre Filo: 4 - 2
D - Adelante XII Morelli - Arci Ospital Monacale: 3 - 3
quarti di finale
venerdì 1 maggio, ore 20.00
A contro Arci Final di Rero
B contro Aics Sabbioni
domenica 3 maggio, ore 9.00
C contro Arci A/2 Cona

domenica 3 maggio, ore 9.00
D contro Paolo Cento

semifinali
giovedì 7 maggio, 20,30
venerdì 8 maggio, ore 20.30 
finale
domenica 10 maggio, 14,30

SERIE B: PLAY OFF e FASI FINALI

Passa direttamente ai quarti la prima di ogni girone
classifiche finali Regular Season
girone monti girone interland
Centrale S. Egidio 78 Accademia  91
Bocciodromo 77 Centrale Voghiera 79
Star City Cinque 76 Arci Gambulaga 77
Cacciatore 72 Acli Due Viconovo 74
Star City Sei 70 Circolo Buontemponi 68
Adelante Due XII Morelli 57 C.R.C. Tre Copparo 66
Paolo Due Cento 54 C.S. Il Melo 62
C.S. Quadrifoglio 52 Stella Ferrara 61
Bocciofila Due Bondeno 45 Asd New Village 59
Cps Il Noce 38 Arci Cona B/2 58
Piccadilly S. Agostino 38 Voghiera Tre 50
..............................................
 Buontemponi Due 41
girone laghi girone mare
Centrale Due Voghiera 79 2000 Goro 84
Portuense 76 Acli Goro 82
Arci San Nicolò 71 Centrale Lagosanto 82
Giada Filo 70 C.R.C. Copparo 79
Centrale Longastrino 60 Arco Delta Donzella 77
Arci Ospital Monacale 59 Fusetti Oca Marina 77
Centrale Ripapersico 58 Piazza Massa F. 69
Antico Circolo Due Marrara 56 Arci Due Final di Rro 64
Bocc. Due S. Bartolomeo 47 Lagosanto Due 58
Giada Due Filo 47 Pontemaodino Due 50
Arci Cona B/1 29 Piazza Due Massa F. 38
...............................................
Ragno Azzurro 29
play off
andata: venerdì 27 marzo - ritorno: venerdì 3 aprile
A - Buontembponi - Bocciodromo: 0 - 6
B - Centrale Voghiera - Star City Sei: 4 - 2
C - Arci Donzella - Portuense: 3 - 3
D - Centrale Longastrino - Centrale Lagosanto: 3 - 3
E - Star City Cinque - Acli Due Viconovo: 3 - 3
F - Cacciatore - Arci Gambulaga: 4 - 2
G - Arci San Nicolò - C.R.C. Copparo: 4 - 2
H - Giada Filo - Acli Goro: 6 - 0
ottavi di finale
andata: venerdì 10 aprile - ritorno: venerdì 17 aprile 
A contro H
B contro G
C contro F
D contro E
i quarti di finale si disputeranno al palazzetto

MALEDETTA BUCA

Federico sognava da sempre una finale importante, la tensione del grande appuntamento, l’attesa nervosa, gli sguardi dei compagni. Tutto questo adesso era realtà, stava provando il biliardo, per quella che, probabilmente, sarebbe stata la sua partita più importante. Non era un asso, e contrariamente alle sue abitudini (era solito cimentarsi solamente nelle attività dove eccelleva), aveva continuato a coltivare quel “passatempo” con un’umiltà che poco gli si addiceva. Fin da bambino quel gioco lo aveva affascinato. Un’attrazione fatale. Trascorreva interi pomeriggi a guardare le bilie che scorrevano sul panno verde. Attendeva con pazienza che il gioco terminasse per fare qualche tiro. Ricordava ancora la prima volta; il figlio del gestore gli aveva chiesto se sapesse giocare e fu l’iniziazione. Da quel momento non aveva più smesso e pur non raggiungendo livelli d’eccellenza, era riuscito ad entrare a far parte della squadra che disputava il campionato provinciale. Una buona squadra, che in un lontano passato, aveva dominato la scena, ma che da parecchi anni, giochicchiava senza infamia e senza lode; qualche soddisfazione, una salvezza senza affanni, ma niente di più. D’improvviso la svolta. Ed ora, il titolo dipendeva da lui, dal risultato di quell’incontro. Gli sforzi, i sacrifici, le sofferenze di un’intera stagione erano nelle sue mani. Sentiva freddo, nonostante una temperatura impossibile, un caldo appiccicoso e umido.

Il silenzio della sala era fastidioso, anche i suoi pensieri sembravano far rumore. Non era una sensazione nuova, gli capitava anche durante il lavoro, quando alle prese con un caso difficile, restava chiuso nel suo ufficio per intere giornate. Il suo ufficio. Per un attimo pensò a quanto fosse anacronistica quella situazione; lui stimato professionista, una carriera brillante, il più giovane socio di uno studio, tra i più importanti della città, che sudava freddo per una partita di biliardo, che trepidava per la vittoria nella finale del campionato UISP (Unione Italiana Sport Popolari).

Cercava sollievo, l’ufficio, la carriera, il lavoro, diversivi che duravano un attimo, poi subito la tensione riprendeva il sopravvento. Il suo compagno di coppia, non lasciava trasparire emozioni, anzi sembrava che la situazione lo divertisse. Ci mancava pure il guasto alla luce. Perché proprio il biliardo dove doveva giocare lui? Incredibile; come si fa, a non premunirsi? La finale del campionato e non si trova una circolina di ricambio. Brutti presagi.

Vabbè, ma questo vale anche per gli altri.

Cazzo, ma cosa devo dimostrare? Cosa ci faccio qui? Perché sto tremando come se il mio futuro dovesse dipendere da questo risultato?

Francesca seduta in tribuna, aveva un’aria spazientita, provava una vera adorazione per quell’uomo, l’avrebbe seguito all’inferno, ma non riusciva a capire cosa ci trovasse in quel gioco e soprattutto in quell’ambiente. Non poteva nemmeno lamentarsi, perché era stata lei ad insistere, per accompagnarlo. Era già pentita. Il legno era duro, la posizione scomoda, sentiva tutti gli occhi puntati su di lei, forse era vestita troppo elegante, forse lasciava trasparire la sua insofferenza, forse, forse ….

In realtà tutti la guardavano perché era bellissima, le altre donne presenti, scomparivano al suo confronto e nei momenti di pausa, quando il gioco era fermo, tutti, nessuno escluso, guardavano verso di lei. L’unico che sembrava disinteressarsene completamente era proprio Federico, che probabilmente si era scordato della sua presenza, così impegnato a sudare freddo per l’impegno imminente. Si toccava continuamente l’orecchio, sentiva quel ronzio tipico che blocca l’udito ad alta quota e nonostante fosse rimasto in silenzio, tutto il tempo, aveva la gola secca e la bocca impastata. Le mani sembravano prive di tatto e il solo fatto di riuscire a tenere strette le bilie, gli sembrava un miracolo.

Gli seccava ammetterlo ma, il panico si era impossessato di lui, fin dall’entrata nel locale. Nemmeno in tribunale, gli era mai successa una cosa simile. Si sorprese a sorridere, immaginando i risolini dei colleghi se lo avessero potuto vedere in quel momento.

Al diavolo anche loro.

Aveva seguito l’andamento dell’incontro (tre partite al primo turno, altrettante, al secondo) e dimenticando il suo “sogno” aveva sperato di non giocare o di giocare una partita senza importanza.

Uno a zero. Due a zero. Due a uno.

Breve pausa. Parte il secondo turno. Si fa per dire, perché dopo tre minuti, il guasto.

Lui si ferma, gli altri, no.

Due a due. Tre a due per gli avversari; ma con un largo svantaggio di punti (in caso di pareggio, vale la differenza punti); perciò bastava vincere la partita, la sua partita per cucirsi lo scudetto sulle maglie.

Gli avversari erano i campioni uscenti. La coppia che avrebbe dovuto incontrare era famosa nell’ambiente, per non sbagliare mai un appuntamento importante e questo non faceva che aumentare la tensione.

Prova. Le luci funzionano, l’arbitro autorizza l’inizio. Tutti gli sguardi sul biliardo, l’unico dove si gioca.

Parte la prima boccetta, scivola lentamente, gli occhi chiusi non seguono la traiettoria. Un applauso. Un battito di palpebre, una giocata perfetta, una pacca sulle spalle e non esiste più nulla, nessun rumore, niente. Tutte le sensazioni negative, sembrano essersi trasformate in energia, concentrazione feroce, adrenalina pura. Lo sguardo cattivo.

Vostro onore, mi oppongo.

Non si sarebbe sorpreso di sentire la voce del giudice, rispondere: opposizione accolta.

Ogni tanto guardava i suoi “nemici”, adesso anche i loro sguardi, tradivano tensione, stavano giocando bene, ma non riuscivano a staccarsi, non riuscivano a disporre di avversari, che pensavano non all’altezza.

Mano dopo mano, fino al 78 pari. Ottanta, l’agognato traguardo. Un applauso, un punto perfetto. Un altro applauso e siamo al punto di partenza. Silenzio assoluto, Federico guarda il suo compagno: dai cazzo, tira quel calcio, la traiettoria è perfetta, bastano due punti. Forza, molla …
Un migliaio di occhi accompagna la traiettoria.

Ah. Peccato. Porc ……

Una sola palla. L’ultima palla. Federico è padrone della scena, le sue mani sembrano di legno.

Una sola palla, l’ultima. Se hai le palle basta e avanza, Adesso ti rilassi, prendi le misure e fai quello che devi fare, un maledetto ometto.

Perfino Francesca, sembra cogliere la tensione del momento, anche se per la verità lei non ha capito niente e l’unica cosa che desidera, è che tutto finisca in fretta.
Ci siamo. Allunga il braccio, mira, vai. La boccia rossa, colpisce quella bianca, che lentamente passa sul filotto e lo abbatte. Un calcio perfetto. Federico resta immobile, si gode quel momento nell’attesa di scoppiare. Le orecchie tese, non vuole perdersi niente.

Floch.

Tutti si girano. La boccia rossa, sfiorandone un’altra sul tappeto, è finita in buca. Succede una volta su un milione. Tutti i punti sono regalati e il sogno svanisce.
Le urla di gioia si trasformano in un rantolo di disperazione. Tutti i compagni si complimentano con lui e maledicono la malasorte. “Sei stato grande.” Gli urla il capitano e perfino gli avversari sembrano dispiaciuti.

Federico non sembra rendersi conto dell’accaduto, fermo vicino al biliardo, si asciuga il viso con un fazzoletto di carta. Un gesto dettato dall’abitudine, perché non c’è traccia di sudore. Il suo compagno, al contrario, lo abbraccia con le lacrime agli occhi.
Un epilogo impensabile. E’ proprio vero che la realtà, spesso supera la fantasia. I commenti si sprecano, tutti vogliono dire la loro. Se non fosse incazzato come una bestia, potrebbe anche pensare, che quella sconfitta lo avrebbe reso più celebre di una vittoria.

I numeri sono statistica, ma ciò che era successo, sarebbe stato ricordato per molto, molto tempo.

Non è forse vero che sono le disgrazie a far vendere i giornali?

Francesca esce dalla doccia, nuda, bellissima, le gocce giocano a rincorrersi sul suo corpo, i capelli neri, sciolti sulle spalle, un’espressione che è tutta un programma; dimostra meno dei suoi ventinove anni, si muove con eleganza. Raggiunge il letto, con movimenti lenti, studiati; si stende vicino a lui e lo bacia teneramente sulla bocca, sul collo, lo mordicchia sulle guance. “A cosa pensi?” Federico non risponde, non reagisce, frena a stento un moto di fastidio; sembra fissare un punto indefinito, ma nella sua mente, rivede la bilia colpire in modo perfetto quella dell’avversario, segue il percorso al rallentatore, guarda i birilli cadere uno per uno; poi il suo cuore si ferma nell’attesa di quel rumore sordo. Un brivido.

Floch.

Stramaledetta buca!

mercoledì 25 marzo 2015

LA STAMPA

Non c'é niente da aggiungere se non sottolineare la soddisfazione nel riproporlo qui.

LA SPEZIA: 4° PROVA (COPPIE)

valida come 4° prova del campionato provinciale
La Spezia (Arci Termo), 24 marzo 2015
TROFEO LUCIANO ZOPPI
Vincono Simone Dall'Oglio e Liliano Luciani (ABS Sarzana A) contro i plurititolati Riccardo Miaschi e Giuseppe Rispoli (Arci Termo A).
3° classificati:
Marco Carlini - Paolo Chiappini (ABS Sarzana B ) e Giancarlo Carli - Sandro Simoncini (Arci La Lizza A).
fonte: Stefano Siboldi

martedì 24 marzo 2015

RIMINI - PESARO

Pesaro (Borgo S. Maria), 23 marzo 2015
Gara libera
18° TROFEO DANILO OLIVA
Vince Marco Ranocchi (Circolo Mobilieri) che riesce ad avere la meglio su Simone Rosaverde (Amatori). Bronzo per Luca Bruscolini (Soria Pesaro) e Michele Gabucci (Circolo Mobilieri Due).
5° classificati:
Alessandro Gasparini (Acli S. Andrea), Marco Mencarelli (Circolo Mobilieri), Alessandro Ottaviani (Borgo S. Maria), Thomas Vichi (Fabi).
fonte: pagina fb - abis rimini pesaro

domenica 22 marzo 2015

CAMPIONATO NAZIONALE DI LEGA (1° CATEGORIA)

Bologna (Arci S. Lazzaro), 22 marzo 2015
VINCE MODENA MA ....
La vittoria contro la corazzata bolognese che l'anno scorso ci aveva battuto sul più bello ci spiana la strada per la finale dove ci aspetta il Modena che ha eliminato l'altra selezione ferrarese (due formazioni nelle quattro sono un bel vedere). Gara durissima, tesa, di grande livello, giocata sul filo dell'equilibrio fino al 3 - 3. Ultima partita tiratissima e ... sfortunata. Il sogno sfuma a pochi centimetri dal traguardo. 
E' argento, il secondo consecutivo, il secondo in questa manifestazione. La delusione della sconfitta motiva un po' di tristezza ma non deve impedirci di gioire per un risultato che consolida la qualità del movimento ferrarese e la certezza di potercela giocare con tutti.  Bravi, bravissimi e un grazie da tutti gli appassionati estensi. Vince Modena che torna sul gradino più alto del podio, non gli riusciva dal 2012. I canarini fanno più notizia quando perdono che quando festeggiano ma stavolta hanno davvero tremato.
un colpo d'occhio da pelle d'oca ...
quadro completo della manifestazione
spareggio
Uisp Bologna Uisp La Spezia 4 - 0
quarti di finale
Uisp Ferrara Uisp Parma 4 - 1
Uisp Bologna Abis Pesaro  4 - 1
Abis Rimini Uisp Modena 1 - 4
UBG Genova Uisp Due Ferrara 2 - 4
semifinali
Uisp Due Ferrara Uisp Modena 0 - 4
Uisp Bologna Uisp Ferrara 1 - 4
finale
Uisp Modena Uisp Ferrara 4 - 3
abbinamenti
M. Cerchiari vs S. Copelli
M. Bottoni - M. Fiorini vs S. Capponcelli - M. Rovinetti
R. Meneghini - M. Antonioni vs D. Teodorini - F. Affinito
M. Callegari vs A. Messori
R. Fogli Iseppe vs L. Cardinali
S. Stefani - M. Garutti vs M. Soli - C. Corsano
M. Roma - D. Vaccari vs T. Iotti - D. Andreotti 
inviato dal campo Gabriele Crivellaro

CAMPIONATO ITALIANO (RAPPRESENTATIVE DI LEGA)

albo d'oro:
1992: Bologna, 1993: Cesena, 1994: Cesena, 1995: Bologna, 1996: Bologna, 1997: Bologna, 1998: Bologna, 1999: Bologna, 2000: Bologna, 2001: Bologna, 2002: Modena, 2003: Bologna, 2004: Modena, 2005: Bologna, 2006: Modena, 2007: Bologna, 2008: Ferrara, 2009: Modena, 2010: Modena, 2011: Bologna, 2012: Modena, 2013: Pesaro, 2014: Bologna, 2015: Modena.
annotazioni:
23 edizioni disputate: Bologna ne ha vinte 13, Modena 7, Cesena 2, Pesaro e Ferrara 1.

CAMPIONATO NAZIONALE LEGA: LE FORMAZIONI 2014/2015

UISP FERRARA
Marco Antonioni, Michele Fiorini, Marco Galimberti, Marco Roma, Daniele Nava (Arci Tre Cona), Maurizio Bottoni, Massimo Callegari, Michele Garutti, Stefano Stefani, Denis Vaccari (Star City), Marco Cerchiari (Olimpico Modena), Roberto Fogli Iseppe, Rossano Meneghini, Stefano Vandini (Centrale Dogato)
Dirigente: Marino Ferraresi
UISP DUE FERRARA
Luciano Gianello (Bologna), Mauro Zemella, Alex Faggioli, Mattia Giberti (Centrale Dogato), Roberto Fioravanti, Sergio Pennini, Luca Blanda (Arci Tre Cona), Graziano Adami, Roberto Asnicar (Star City), Andrea Bianchini (Magic Blu S. Giorgio di Piano), Luciano Marchetti, Claudio Graziani (Star City Fusion), Mattia Migliorini (Centro Ramasa),  Luca Rizzatti (Giada Filo).
Dirigenti: Luca Maini e Roberto Fioravanti 
UISP BOLOGNA
Emanuele De Pietri (Commercio), Tiziano Gualandi Big Star Funo di Argelato), Fabrizio Nobili, Max Basciu, Tiberio Regazzi, Alessandro Sovrani (Magic Blu S. Giorgio dii Piano), Marco Tolomelli (Olimpico Modena), Tiziano Bovo (Nonantola), Omar Carlotto (Equipe Charlot), Christian Gnudi, Paolo Parazza (Sole Sasso Marconi), Michele Testi (Budrio), Riccardo Rubini (Magic Blu Due S. Giorgio di Piano), Marcello Antonaci, Daniel Destino.
C.T. Ventura 
UISP MODENA
Francesco Affinito, Mirco Soli, Tiziano Iotti, Andrea Messori, Christian Corsano, Paolo Pellacani (Olimpico), Simone Capponcelli, Roberto Roli, Lorenzo Cardinali, Davide Andreotti, Massimo Rovinetti (Bocciofila Castelfranco), Mirco Bruni (Polisportiva Nonantola), Stefano Copelli (Big Star Funo di Argelato), Giorgio Teodorini (La Botte Bomporto).
UBG GENOVA
Gianni Cadile, Massimo Ciccionesi (Olimpico Modena), Elia Fasce, Luca Gatto, Alfredo Lanata, Vincenzo Manfredi, Fabio Michelotti, Marco Pastorino, Mauro Perino, Maurizio Piras (Busalla), Roberto Pirri, Matteo Sanguineti. 
Capitano: Maurizio Piras 
ABIS RIMINI
Luciano Andruccioli (Bocciodromo), Alberto Quieti, Marco Manfredi (L'Incontro), Alessandro Gasperini, Walter Angelini, Stefano Ceccaroni, Massimiliano Morelli (Acli S. Andrea), Andrea Brunoni (Big Star Funo di Argelato), Fabrizio Colonna, Stefano De Biagi (Marinaio), Andrea Muccioli (Circolo Mobilieri), Armando Donati Sole Sasso Marconi), Federico Marchini, Paolo Carloni (Perla Verde Riccione - Fibis)
ABIS PESARO
Fiorenzo Leonardi, Gilberto Pacini, Max Ascani (Circolo Amatori), Nando Arduini (Auser Fanano), Mirco Ascani, Luca Tommassini (Soria), Marco Ranocchi, Andrea Bacchielli, Luca Bezziccheri (Circolo Mobilieri), Daniele Cavoli, Roberto Truffelli (Circolo Soria Due), Mario Forti, Michele Gabucci (Circolo Mobilieri Due).
UISP PARMA
Stefano Bricoli (Bocciofila Castelfranco), Alessandro Mattioli, Ferdinando Delre, Giancarlo Vecchi, Vando Rossini, Roberto Piola (Filotto Fidenza), Roberto Foglia, Gianpietro Minari (Taverna Modena), Manuel Comelli (Cap.), Luca Bocchia, Ioris Marsigli, Michele Martini (Aquila), Roberto Moroni, Franco Cassanelli (Langhirano).
UISP LA SPEZIA
Simone Vincenzi, Diego Malaspina (Arci Riccò), Federico Fratoni, Federico Castagna, Enno Ponzanelli (Sarzana), Riccardo Miaschi (Arci Termo), Luciano Conteo (Jolly B), Carlo Elmo (Sport Jolly), Franco del Corso, Nicola del Corso, Giovanni Amato (Bonamini).

sabato 21 marzo 2015

CAMPIONATO NAZIONALE (LEGA) - 2° CATEGORIA

Bologna (San Lazzaro), 21 marzo 2015 
RIVINCE BOLOGNA MA E' ... STRAFERRARA
Alla vigilia nessuno avrebbe pronosticato un argento, anzi a essere onesti delle tre formazioni scelte questa era la più discussa. Ieri sera invece hanno regalato grandi emozioni e anche se hanno dovuto inchinarsi ai campioni in carica meritano un grande, grandissimo applauso. Bravissimi. 
quarti di finale
Rimini supera Parma (che ha schierato una coppia in meno) e va in semifinale raggiunta da Modena che però deve sudare parecchio per liberarsi di Pesaro (4 - 3). Passa il turno anche Ferrara che supera Pisa (anche i toscano non schierano una coppia). Completa il quadro Bologna che si libera di Genova.
semifinali:
Uisp Modena - Uisp Ferrara: 0 - 3 (Modena si ritira)
Abis Rimini - Uisp Bologna: 1 - 4
Gioco fermo per un black out che sembra interessare tutta S. Lazzaro e i modenesi abbandonano.
Bologna e Ferrara giocano la finale su sette biliardi e i felsinei si confermano col punteggio di 4 - 1.
Mirco Garagnani, Andrea Mariotti (Magic Blu S. Giorgio di Piano), Marco Giorgi (Cellini), Vincenzo Capriglia, Willy Carboni (C.M.), Alessandro Sarti, Gianluca Breveglieri, Pietro Stagno, Enrico Lesi (Big Star Funo di Argelato), Andalò (Granarolo), Emanuele Folli (Acca), Andrea Felloni (Equipe Charlot Casalecchio), Christian Marchi, Manuel Marchesi (Arci Dal Brusco). C.T. Macchiavelli
Caterina Carli (Stella), Andrea Marchesi, Marco Nalli, Luca Faccioli, Matteo Bernardinello (Sole Vigarano Mainarda), Michele Vaccari (Arci Final di Rero), Giorgio Ferraro, Fabio Gentili, Christian Simoni, Roberto Talmelli (Aics Sabbioni), Daniele Marchetti (Fusion Ferrara), Manuele Mimosa (Ospital Monacale), Luca Monterastelli, Mattia Romagnoli (Arci Ospital Monacale), Milo Ravagnani (Corporeno).  

martedì 17 marzo 2015

lunedì 16 marzo 2015

SERIE A/1 (GIRONE UNICO): FASE FINALE

Ferrara (Star City)
classifica finale regular season
Star City Ferrara 87
Arci Tre Cona 84
Centrale Dogato 83
Star City Fusion Ferrara 70
Asd Villanova67
Centrale Due Dogato 64
Officina 405 Porto Tolle61
Sole Vigarano Mainarda 58
Giada Quattro Filo 57
Star City Due Ferrara 50
Centro Ramasa 44
La Ferrarese38
penalizzazioni
Centrale Uno e Due 10 punti, Centro Ramasa 7, Giada Filo 2.
quarti di finale
venerdì 24 aprile, ore 20.30
A - Sole Vigarano Mainarda - Star City
domenica 3 maggio, ore14.30
B - Centrale Due Dogato - Centrale Dogato
domenica 26 aprile 2015, ore 14.00
D - Officina 405 Porto Tolle - Arci Tre Cona
domenica 26, ore 20.00
C - Asd Villanova - Star City Fusion
semifinali
mercoledì 6 maggio, 20.30
A vs C
venerdì 8 maggio, 20.30
B vs D
finale
domenica 10 maggio 2015, ore 20.00
2° SERIE
semifinali
lunedì 27 aprile, ore 20.30
Bocciofila La Ferrarese - Giada Filo
martedì 28 aprile, ore 20.30
Centro Ramasa - Star City Due Ferrara
finale
domenica 3 maggio, ore 20.00